Visite mediche: INPS mette fine all'ingiustizia, le fasce di reperibilità sono uguali per tutti

Visite mediche: INPS mette fine all'ingiustizia, le fasce di reperibilità sono uguali per tutti

-1_orig - 2023-10-22T110142003jpeg
Come anticipato il 9 novembre 2023, il TAR del Lazio ha stabilito che la disparità di trattamento tra dipendenti pubblici e privati in materia di visite mediche è ingiustificata e incostituzionale.

Infatti, le fasce orarie di reperibilità per i dipendenti pubblici erano di 9-13 e 15-18, con obbligo di reperibilità anche nei giorni non lavorativi e festivi, mentre per i dipendenti privati erano di 10-12 e 17-19.

Questa disparità di trattamento rappresentava un evidente abuso di potere, in quanto la malattia è un evento che non può essere trattato in modo diverso a seconda del rapporto di lavoro.

A seguito della sentenza del TAR, l'INPS ha finalmente emanato nuove disposizioni (clicca per visionarle) per gli accertamenti medico-legali domiciliari, che prevedono fasce orarie di reperibilità unificate per tutti i dipendenti, sia pubblici che privati.

Le nuove fasce orarie sono le seguenti:

  • Mattina: dalle ore 10 alle ore 12
  • Pomeriggio: dalle ore 17 alle ore 19

Queste fasce orarie sono valide per tutti i giorni, compresi domeniche e festivi.

Questa è una importante vittoria per i lavoratori di entrambi i settori, che potranno beneficiare di un trattamento più equo e rispettoso della loro salute.

Il Nursing Up auspica ora un contratto unico nazionale per eliminare ulteriori disparità.

LapaginadiNursingUp

Vincenzo Parisi

1702479700084png
  r4wjpeg