I dirigenti decideranno chi premiare. Chi giudica i dirigenti?

I dirigenti decideranno chi premiare. Chi giudica i dirigenti?

ddfjdhrigjpeg
Ammodernamento della pubblica amministrazione: il merito, i risultati e la cultura organizzativa

Il Ministro per la pubblica amministrazione, Senatore Paolo Zangrillo, ha firmato la direttiva in materia di misurazione e valutazione della performance dei dipendenti pubblici. Con questa direttiva, il Ministro intende, a suo dire, superare il criterio dell'anzianità e del concorso per introdurre promozioni e premi su indicazione dei superiori, ai più virtuosi e meritevoli. I nostri superiori decideranno chi sono i più virtuosi e meritevoli.

I superiori valuteranno:

  • I risultati raggiunti: il dipendente pubblico sarà valutato in base al raggiungimento degli obiettivi assegnati, misurati in termini quantitativi e qualitativi.

  • I comportamenti organizzativi: il dipendente pubblico sarà valutato anche in base ai propri comportamenti organizzativi, quali la capacità di lavorare in squadra, di motivare le persone e di gestire il cambiamento, la sua disponibilità.

  • Le competenze: il dipendente pubblico sarà valutato anche in base alle proprie competenze tecniche e manageriali.

    Un classe dirigente che dal Covid a oggi ha fatto molteplici errori, non è un caso se vi è una vera fuga dal SSN. Questi stessi dirigenti dovranno decidere sul futuro e le progressioni dei dipendenti pubblici.

Il grido di allarme dei professionisti sanitari:

    Lo scrivente è sempre più convinto che non ci resta che scendere in piazza e chiedere la centralizzazione del sistema sanitario nazionale. Il SSN italiano è in crisi. Troppi dirigenti, troppi sprechi, stipendi al palo da decenni.

    Solo in questo modo, sarà possibile eliminare gli sprechi e garantire una gestione più efficiente e efficace delle risorse. Inoltre, la centralizzazione permetterebbe di valorizzare economicamente tutti i professionisti sanitari, che da troppo tempo sono sottopagati.

    Un aumento di almeno 500 euro lordi mensili sarebbe un primo passo importante per rendere la professione sanitaria più attrattiva. In questo modo, si eviterebbe che i migliori professionisti vadano a lavorare all'estero o in altri settori.

Se non si interviene subito, il SSN rischia di collassare. Resteranno solo i dirigenti pubblici con personale sud americano a fare assistenza, un'ipotesi che a qualcuno non dispiacerebbe.

Ecco le proposte concrete dei professionisti sanitari:

  • Centralizzazione del SSN

  • Eliminazione dei dirigenti superflui

  • Valorizzazione economica dei professionisti sanitari

  • Investimenti nella formazione e nella ricerca

  • Miglioramento delle condizioni di lavoro

I professionisti sanitari sono pronti a scendere in piazza per difendere il SSN e la propria professione.

Vi segnalo la nuova app per il reclutamento del personale della Pa. Questa app, rivolta a cittadini e pubbliche amministrazioni, permetterà a tutti i cittadini di verificare i bandi di concorso pubblici e di iscriversi alle prove tramite lo smartphone.

L'app è già disponibile per il download su tutti gli store (Android e Apple), si chiama: inPA.
Nell'app
 Si entra con SPID, se non hai attivo il tuo SPID clicca qui SULLA GUIDA, è gratuito

LapaginadiNursingUp

Vincenzo Parisi

1702479700084png

-1_orig - 2023-10-22T110142003jpeg
 r4wjpeg

-1_origjpeg
 67c14f91-0ba8-4ca0-b7b1-9e6d167675b0jpeg