Assegno Unico 2022. Ecco il simulatore INPS

Assegno Unico 2022. Ecco il simulatore INPS

Clicca QUI, per andare subito al simulatore dell'Assegno Unico 2022.

Dal 1° gennaio è possibile presentare domanda all’INPS per l’assegno unico, con pagamento a partire da marzo 2022. 

Il beneficio spetta per ogni figlio minorenne a carico e per ciascun figlio maggiorenne al compimento dei 21 anni di età.
Si ricorda che per figli a carico, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del citato decreto legislativo, si intendono quelli facenti parte del nucleo familiare indicato a fini ISEE.
 
La domanda va fatta ogni anno.

VAI AL SIMULATORE: Qui potete calcolare l’importo con il simulatore INPS, clicca qui… 

La domanda va presentata:

- Sul portale web, MyINPS, www.inps.it

- Chiamando il Contact Center Integrato al numero verde 803.164 o il numero 06 164.164

- Istituti di Patronato

Requisiti per beneficiare dell’assegno, la domanda di assegno unico e universale può essere presentata dai soggetti in possesso dei requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno.

I figli maggiorenni, in particolare, per potere beneficiare dell’assegno devono essere in possesso, al momento della presentazione della domanda, di uno dei seguenti requisiti:

1) frequenza di un corso di formazione scolastica o professionale ovvero di un corso di laurea;

2) svolgimento di un tirocinio ovvero di un’attività lavorativa e possesso di un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui;

3) registrazione come disoccupato e in cerca di lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego;

4) svolgimento del servizio civile universale.

In caso di disabilità del figlio a carico non sono previsti limiti d’età e la misura è concessa a prescindere da quanto previsto ai precedenti punti 1), 2), 3) e 4).

La domanda può essere presentata da uno dei genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, a prescindere dalla convivenza con il figlio, dal figlio maggiorenne per sé stesso, da un affidatario o da un tutore nell’interesse esclusivo del minore affidato o tutelato.

- Per le domande presentate a partire dal 1° gennaio al 30 giugno, l’assegno decorre dalla mensilità di marzo;

- Per le domande presentate al 1° luglio in poi, la prestazione decorre dal mese successivo a quello di presentazione.

ISEE presentato entro il 30 giugno: la prestazione verrà conguagliata e spetteranno tutti gli arretrati a partire dal mese di marzo;

- ISEE presentato dal 1° luglio: la prestazione viene calcolata sulla base del valore dell’indicatore al momento della presentazione dell’ISEE;

- Assenza di ISEE oppure ISEE pari o superiore a 40.000 euro: la prestazione spettante viene calcolata con l’importo minimo previsto dall’articolo 4 del decreto legislativo n. 230/2021 (50 euro per i figli minori e 25 euro per i maggiorenni).

1641295110452jpg

Il sito ufficiale dove leggere i dettagli e’ questo, clicca qui...

LapaginadiNursingUp
1639335848675jpg

1638444742962jpg