A gennaio il nuovo sistema degli incarichi

A gennaio il nuovo sistema degli incarichi

-1_orig 25jpeg

Il sistema degli incarichi insieme alla nuova classificazione del personale è la grande novità di questo CCNL.

L’obbiettivo degli incarichi oltre a raggiungere un efficacia superiore è quello di promuovere lo sviluppo professionale mediante il riconoscimento dell’autonomia operativa.

In ogni ruolo possono essere attribuiti i seguenti incarichi:

- Incarico di posizione, per il solo personale inquadrato nell’area di elevata qualificazione

- Incarico di funzione organizzativa, per il solo personale inquadrato nell’area dei professionisti della salute e dei funzionari

- Incarico di funzione professionale, per il personale inquadrato nell’area dei professionisti della salute e dei funzionari, nell’area degli assistenti e nell’area degli operatori.

Gli incarichi, sono sovraordinati:

- gli incarichi di posizione sono sovraordinati agli incarichi di funzione organizzativa;

- gli incarichi di funzione organizzativa sono sovraordinati agli incarichi di funzione professionale.

Nota bene, non è consentita l’attribuzione di più incarichi contemporaneamente.

Vi mostro subito la tabella delle indennità, tanto lo so che non vedete l'ora… i numeri sono in euro...

Le indennità hanno una parte fissa, ossia il minimo percepibile, più una  seconda parte di compenso che invece è variabile, in base alla valutazione, obbiettivi raggiunti.

- Elevata qualificazione: Incarico di posizione minimo (parte fissa): 10.000 – max 20.000

- Professionisti della salute e dei funzionari: - Funzione organizzativa:
1) COMPLESSITÀ BASE Complessità media: minimo (parte fissa) 4.000 – max 9.500 Complessità alta: minimo (parte fissa): 9.501 - max 13.500
- Funzione Professionale: BASE: COMPLESSITÀ minimo (parte fissa): 1.000 - max 4.000 MEDIA: COMPLESSITÀ minimo (parte fissa): 4.000 - max 9.500 ALTA: COMPLESSITÀ minimo (parte fissa): 9.501 – max 13.500 

- Assistenti: Funzione Professionale: BASE: COMPLESSITÀ 930 MEDIA: COMPLESSITÀ 1.800 ALTA: COMPLESSITÀ 3.000

- Operatori: Funzione Professionale: BASE: COMPLESSITÀ 700 MEDIA: COMPLESSITÀ 1.500 ALTA: COMPLESSITÀ 2.000
Art. 25 Contenuto degli incarichi di posizione
La finalità degli incarichi è quello di assicurare lo svolgimento di funzioni organizzative e professionali caratterizzate da livelli di competenza, responsabilità professionale, amministrativa e gestionale nonché autonomia, conoscenze e abilità particolarmente elevate, atte ad organizzare e coordinare l’attività propria e dei colleghi in proficua collaborazione, anche in presenza di eventi straordinari, costituendo il collegamento con i dirigenti di riferimento.

- per il personale del ruolo sanitario: rappresenta punto di riferimento di alta qualificazione, finalizzato al consolidamento, sviluppo e diffusione di competenze sanitarie avanzate relative ai processi di cura, riabilitativi, diagnostici e di prevenzione, decisionali e valutativi

- per il personale del ruolo socio-sanitario: rappresenta punto di riferimento della competenza e consulenza socio-sanitaria nelle situazioni di bisogno e di disagio o nello sviluppo e diffusione di competenze nei processi gestionali all’interno di un gruppo o di un’organizzazione con assunzione di diretta responsabilità, anche con funzioni di controllo - per il personale dei ruoli amministrativo, professionale e tecnico: rappresenta punto di riferimento della competenza nello sviluppo e diffusione di processi gestionali e amministrativi all’interno di un gruppo o di un’organizzazione con assunzione di diretta responsabilità, anche con funzioni di controllo, di programmazione, di ricerca e analisi indispensabili per le attività svolte nell’articolazione organizzativa

L'istituzione e graduazione degli incarichi di posizione è regolato dall'art. 26.
Le Aziende ed Enti in relazione alle esigenze di servizio, ordinamenti, programmazione, istituiscono gli incarichi di posizione, nei limiti delle risorse disponibili nel fondo incarichi.
I criteri selettivi di comparazione sono riportati nell’avviso di selezione che potrà prevedere anche un eventuale colloquio.

Il trattamento economico è denominato:
indennità di posizione, si compone di una parte fissa, minimo di euro 10.000 annui lordi per tredici mensilità più una parte variabile lorda per tredici mensilità. Il valore complessivo dell’indennità di posizione è definito entro il valore massimo annuo lordo per tredici mensilità di euro 20.000.

Il Conferimento, durata, rinnovo e revoca
degli incarichi di posizione sono regolati dall'art. 27.
L’incarico di posizione è conferito a tutto il personale, di tutti i ruoli, inquadrato nell’area del personale ad elevata qualificazione.
Gli incarichi sono a tempo determinato ed hanno una durata di cinque anni, rinnovabili.

Qualora, al termine dell’incarico la valutazione sia negativa o vi sia la presenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa, al dipendente viene affidato altro incarico di posizione di valore economico complessivo inferiore. L’incarico può essere revocato anche prima della scadenza ma con atto scritto e motivato.

 I requisiti per gli incarichi di funzione (art 28) sono:

- performance individuale positive nell’ultimo biennio

- l’assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa

- diploma di laurea o titolo equipollente e almeno cinque anni di esperienza professionale nel profilo di appartenenza

- per la sola funzione di coordinamento, che rappresenta una tipologia di incarico nell’ambito degli incarichi di funzione organizzativa per il personale del ruolo sanitario, il possesso dei requisiti di cui all’art. 6, comma 4 e 5 della legge n. 43/2006

Nel computo dei cinque anni di esperienza professionale di cui al comma 2 rientrano anche i periodi di servizio maturati, con o senza soluzione di continuità, a tempo determinato e/o a tempo parziale, presso Aziende od Enti del comparto di cui all’art. 1 (Campo di applicazione) nonché presso altre amministrazioni di comparti diversi, ovvero presso ospedali privati accreditati o presso le Università pubbliche e private dei paesi dell’Unione Europea nel medesimo o corrispondente profilo.

Il Contenuto e requisiti degli incarichi di funzione professionale sono regolati invece dall'art. 29.
Nell'area dei professionisti della salute e dei funzionari la  Complessità base viene attribuita in automatico (per chi non ha altri incarichi).

Mentre la complessità media o elevata per il ruolo sanitario viene attribuita attraverso attività considerate di rilevanti contenuti professionali e specialistici, anche di tipo clinico assistenziali, diagnostici, riabilitativi, di prevenzione con eventuali funzioni di processo, responsabilità di risultato.

Per il ruolo sociosanitario: attività con rilevanti contenuti professionali e specialistici ad alta integrazione socio sanitaria con eventuali funzioni di processo; responsabilità di risultato.

Per i ruoli amministrativo, tecnico e professionale: attività caratterizzate da rilevanti conoscenze specialistiche in materia amministrativa/contabile, tecnica o professionale, anche trasversale, con funzioni di processo; responsabilità di risultato.

I seguenti requisiti media/elevata complessità:

- Ruolo sanitario:
Incarico di “professionista specialista: possesso del master di primo livello per le funzioni specialistiche, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa

Incarico di professionista esperto: acquisizione di competenze avanzate tramite percorsi formativi complementari individuati dall’Azienda o Ente con apposito regolamento, unitamente al possesso di una esperienza professionale di tre anni, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza dal servizio in relazione ad una delle annualità e assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa

Incarico di funzione professionale: 5 anni di esperienza professionale maturati nel profilo di appartenenza, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza dal servizio in relazione ad una delle annualità e assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa

- Ruolo sociosanitario:
Incarico di professionista specialista: possesso del master di primo livello per le funzioni specialistiche secondo quanto disposto dall’art. 6 della Legge n. 43/2006, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza dal servizio in relazione ad una delle annualità e assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa

Incarico di professionista esperto: acquisizione di competenze avanzate tramite percorsi formativi complementari individuati dall’Azienda o Ente con apposito regolamento, unitamente al possesso di una esperienza professionale di tre anni, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza dal servizio in relazione ad una delle annualità e assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa

Incarico di funzione professionale: 5 anni di esperienza professionale maturati nel profilo di appartenenza, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa.

- Ruoli amministrativo, professionale e tecnico:
Incarico di funzione professionale: 5 anni di esperienza professionale maturati nel profilo di appartenenza, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa.

Per le aree degli assistenti e degli operatori: gli incarichi di qualsiasi complessità, il possesso di almeno quindici anni di esperienza nel profilo di appartenenza, il titolo di abilitazione se richiesto per l’esercizio della professione, valutazione positiva della performance individuale con riferimento all’ultimo biennio o comunque le ultime due valutazioni disponibili in ordine cronologico, assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa.

IMPORTANTE: Nel computo degli anni di esperienza professionale rientrano anche i periodi di servizio maturati, con o senza soluzione di continuità, a tempo determinato e/o a tempo parziale, presso Aziende od Enti del comparto nonché presso altre amministrazioni di comparti diversi, ovvero presso ospedali privati accreditati o presso le Università pubbliche e private dei paesi dell’Unione Europea nel medesimo o corrispondente profilo.

Gli incarichi di funzione professionale vengono suddivisi in tre fasce economiche: Incarico di complessità base Incarichi di complessità media Incarichi di complessità elevata. 
La graduazione degli incarichi è in relazione alla dimensione organizzativa di riferimento, al livello di autonomia e responsabilità della funzione, al tipo di specializzazione richiesta, alla complessità ed implementazione delle competenze, alla valenza strategica rispetto agli obiettivi dell’Azienda o Ente.

Il personale con incarico di funzione professionale di base esercita attività e funzioni connesse all’area e al profilo di appartenenza aderenti all’organizzazione della struttura aziendale di assegnazione.

Il numero massimo di incarichi di funzione organizzativa e professionale di complessità elevata istituibili da ciascuna azienda o ente non può superare complessivamente il 20% del numero degli incarichi di funzione organizzativa e professionale di complessità media. Può essere incrementata in base alle disponibilità del Fondo incarichi

Al personale appartenente all’area dei professionisti della salute e dei funzionari neoassunto e per il personale non destinatario di un incarico di media o elevata complessità, è attribuito un incarico di funzione professionale di complessità base.

Gli incarichi di funzione sono conferiti a tempo determinato, hanno una durata di cinque anni, sono rinnovabili previa valutazione positiva.
La durata può essere inferiore se coincide con il conseguimento del limite di età per il collocamento a riposo dell’interessato.
Per gli incarichi di funzione professionale di base al termine del primo quinquennio è fatta salva la possibilità di conferire un incarico di funzione organizzativa o professionale di complessità media o elevata in presenza dei requisiti.

Gli incarichi di funzione professionale sono conferibili anche al personale con rapporto di lavoro a tempo parziale, qualora il valore economico di tali incarichi sia definito in misura non superiore a € 3.000. In tali casi il valore economico dell’incarico è rideterminato in proporzione alla durata della prestazione lavorativa.

Sono da valorizzare la laurea magistrale o specialistica, il master universitario di primo o secondo livello o eventuali percorsi formativi.

Il dipendente cui è conferito un incarico di funzione svolge, laddove previsto, servizio di pronta disponibilità. In tal caso, le ore effettuate nel caso di chiamata sono remunerate secondo l’art. 44 (Servizio di pronta disponibilità).
Gli incarichi di funzione possono essere rinnovati previa valutazione positiva al termine dell’incarico e assenza di provvedimenti disciplinari negli ultimi due anni superiori alla multa.

Gli incarichi possono essere revocati e sempre con atto scritto e motivato. 

Non si dà luogo alla corresponsione della retribuzione di premialità nell’anno di mancato rinnovo dell’incarico di complessità media ed elevata o di revoca e per quello di complessità base nell’anno della valutazione negativa.

Art. 32 Trattamento ec. dei professionisti della salute e dei funzionari Il trattamento economico derivante dall’attribuzione dell’incarico di funzione assume la denominazione di Indennità di funzione (Fondo incarichi).

Le indennità hanno una parte fissa, ossia il minimo percepibile, più una seconda parte di compenso che invece è variabile, in base alla valutazione, obbiettivi raggiunti.

- Elevata qualificazione: Incarico di posizione minimo (parte fissa): 10.000 – max 20.000

- Professionisti della salute e dei funzionari: - Funzione organizzativa:
1) COMPLESSITÀ BASE Complessità media: minimo (parte fissa) 4.000 – max 9.500 Complessità alta: minimo (parte fissa): 9.501 - max 13.500

- Funzione Professionale: BASE: COMPLESSITÀ minimo (parte fissa): 1.000 - max 4.000 MEDIA: COMPLESSITÀ minimo (parte fissa): 4.000 - max 9.500 ALTA: COMPLESSITÀ minimo (parte fissa): 9.501 – max 13.500

Il valore dell’indennità di funzione parte fissa degli incarichi di media ed elevata complessità assorbe e ricomprende: - l’eventuale valore dell’indennità di coordinamento, già ad esaurimento, prevista dall’art. 21, commi 1 e 2, del CCNL del 21.5.2018 nella misura annua lorda di euro 1.678,48 per tredici mensilità. L’eventuale valore dell’indennità di cui all’art. 86, comma 5, del CCNL del 21.5.2018 nella misura annua lorda di euro 309,84 per dodici mensilità.

L’indennità di funzione per gli incarichi professionali di base, per tutti i ruoli del personale dell’area dei professionisti della salute e dei funzionari, è stabilita in Euro 1.000 annui, compresa la tredicesima mensilità.

Tale importo, può essere incrementato a livello aziendale di un importo non superiore a 300 euro, ove in sede di contrattazione integrativa siano state individuate le relative risorse a copertura nell’ambito del Fondo incarichi, progressioni economiche e indennità professionali.

Il trattamento economico degli incarichi di funzione del personale dell’area degli assistenti e dell’area degli operatori
Il trattamento economico derivante dall’attribuzione dell’incarico di funzione assume la denominazione di Indennità di funzione.
Il valore complessivo dell’indennità di funzione è definito, in funzione del livello di complessità dell’incarico attribuito, con risorse a carico dell’apposito Fondo di cui all’art. 102, nei valori annui lordi da corrispondersi per tredici mensilità.

- Assistenti: Funzione Professionale: BASE: COMPLESSITÀ 930 MEDIA: COMPLESSITÀ 1.800 ALTA: COMPLESSITÀ 3.000

- Operatori: Funzione Professionale: BASE: COMPLESSITÀ 700 MEDIA: COMPLESSITÀ 1.500 ALTA: COMPLESSITÀ 2.000

La valutazione di termine incarico tiene conto dell’esito delle valutazioni annuali. La valutazione annuale è effettuata nell’ambito del ciclo della performance ed il suo esito positivo dà titolo alla corresponsione della retribuzione di premialità.
Per assicurare senza soluzione di continuità l’eventuale rinnovo o l’affidamento di altro incarico, tre mesi prima della naturale scadenza dell’incarico stesso viene effettuata la valutazione di fine incarico.

L’Azienda o Ente, prima di procedere alla definitiva formalizzazione di una valutazione negativa acquisisce, in contraddittorio, le considerazioni del dipendente interessato, anche assistito dalla organizzazione sindacale cui aderisce o conferisce mandato o da persona o legale di sua fiducia.

Gli incarichi di organizzazione, ivi inclusi gli incarichi di posizione organizzativa ad esaurimento e non ancora scaduti ai sensi dell’art. 22 del CCNL 21.5.2018 e di coordinamento, assumono la denominazione di incarichi di funzione organizzativa, mentre
gli incarichi professionali assumono la denominazione di incarichi di funzione professionale.

-1_orig 11jpeg

SCARICA EBOOK SINTETICO E GRATIS SUL NUOVO CCNL SANITA' 2019-2021 SU APPNURSING UP OPPURE REGISTRANDOTI ALLA NEWSLETTER

 IMG-20221001-WA0005jpg