Sciopero nazionale sanità

Sciopero nazionale sanità

r4wjpeg

La sanità italiana è sull'orlo del collasso.

Oggi,
nelle maggiori Piazze italiane si sono uniti per la prima volta medici, infermieri, ostetriche e tutti i professionisti della sanità, per gridare basta, la sanità non si tocca, la sanità è un diritto di tutti non un Business di pochi.

La sanità italiana è in crisi profonda. Le cause sono molteplici: carenze di personale, retribuzioni insufficienti, ambienti di lavoro ostili, diritti mancati, aziende prepotenti.

Questa situazione ha un impatto devastante sulla salute dei professionisti sanitari, sul loro lavoro e sulla loro professionalità.

Lavorare in condizioni di stress e burnout aumenta il rischio di infortuni e malattie. Costringe i professionisti sanitari a prendere decisioni frettolose, che possono mettere a rischio la salute e la vita dei pazienti. E impedisce loro di dare il meglio di sé, di essere i professionisti che hanno scelto di essere.

I professionisti sanitari sono impegnati a prendersi cura delle persone più fragili e vulnerabili della società. 

Si espongono a rischi e pericoli che altri non si assumono. E lo fanno con passione, dedizione e amore.

Non chiedono privilegi. 

Chiedono solo di essere trattati con dignità e rispetto. Chiedono di poter lavorare in condizioni di sicurezza e benessere. 

Chiedono di poter dare il loro meglio, per il bene dei loro pazienti e della comunità.

La situazione è inaccettabile. È il momento di dire basta.

Medici, infermieri, ostetriche e professionisti delle professioni sanitarie tutte devono fare fronte comune e dire basta.

Noi siamo il SSN, noi con il nostro sacrificio sosteniamo questo SSN e quindi la salute della popolazione italiana.

A nome di tutti i professionisti sanitari, chiediamo alla classe politica di intervenire con urgenza.

Investite nella sanità pubblica. Aumentate le retribuzioni. Migliorate le condizioni di lavoro.

Il nostro futuro, il futuro della nostra sanità, dipende da voi.

LapaginadiNursingUp

Vincenzo Parisi

-1_orig - 2023-10-22T110142003jpeg

1693809117536png