Precari e stabilizzazioni, cosa cambia?

Precari e stabilizzazioni, cosa cambia?

Legge Madia ( Legge Mille Proroghe 2021. proroga del D.lgs. n. 75/2017 art. 20, stabilizzazione dei precari nel settore sanitario). Dl 80/2021 apre una proroga al 31 dicembre del 2022, gli Enti del Ssn potranno procedere all’assunzione a tempo indeterminato a decorrere dal 1° luglio 2022 fino al 31 dicembre 2023, il personale sanitario e gli operatori sanitari reclutati a tempo determinato sia con concorsi che attraverso le selezioni attivate a marzo 2020.

I requisiti sono l’aver maturato al 30 giugno 2022 almeno 18 mesi di servizio in un Ente del Ssn di cui almeno 6 mesi tra il 31 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022.

Tutto questo, nel rispetto del tetto di spesa e dei piani triennale dei fabbisogni.

Dopo la stabilizzazione le ferie acquisite si perdono? 

Qui vi posto una nota Aran:

Nel caso in cui con il medesimo dipendente venga stipulato un nuovo contratto di lavoro a tempo indeterminato, lo stesso non può fruire delle ferie maturate nel precedente rapporto di lavoro a termine anche nel caso in cui non vi sia soluzione di continuità tra i due contratti.

Infatti, il subentro di un nuovo contratto di lavoro pubblico a tempo indeterminato determina la novazione del rapporto di lavoro, per cui il lavoratore, secondo la previsione dell’art. 19, comma 3, del CCNL dell’1.9.1995 del personale del Comparto, deve essere considerato, a tutti gli effetti come “neo assunto” e, pertanto avrà diritto, limitatamente al primo triennio di servizio, a 30 giorni lavorativi di ferie.

Per quanto attiene invece alla possibile monetizzazione delle ferie maturate ma non fruite, per esigenze di servizio, nel precedente rapporto di lavoro a termine, si rammenta che con l’intervento dell’art.5, comma 8, del D.L. n.95/2012 convertito nella legge n.135 del 7.8.2012 si è vietata la corresponsione di compensi a tale titolo. Tuttavia, sulla effettiva portata di tale divieto è intervenuto il Dipartimento della Funzione Pubblica con nota n.40033 dell’8.10.2012 con la quale si sono fornite utili indicazioni nel caso di mancata fruizione delle ferie per indifferibili ragioni di servizio e la cui interpretazione è di competenza dello stesso Dipartimento.

LapaginadiNursingUp

1639335848675jpg

-1_orig 6jpg1636542259328jpg