Da paziente e Dottoressa in Psicologia, ho potuto constatare quanto e come l’atteggiamento del personale  Infermieristico e OSS possa fare la differenza.

Da paziente e Dottoressa in Psicologia, ho potuto constatare quanto e come l’atteggiamento del personale Infermieristico e OSS possa fare la differenza.

Roma, 03/04/2021




Spett.le AZIENDA OSPEDALIERA S. EUGENIO
Via dell’Umanesimo n. 10 – 00144 Roma





Alla c.a. del: DIREZIONE GENERALE: Dott.ssa Barbara Porcelli
DIREZIONE SANITARIA: Dott. Ermete Gallo

E p.c.: Direzione UOC Urologia:
Dott. Stefano Signore

Coordinatore Infermieristico UOC Urologia :
Dott.ssa Vanessa Di Censo



Gentilissimi Sigg. scrivo queste poche righe perché sono convinta che le buone notizie debbano avere “diritto di cronaca”. I media oggi non fanno altro che raccontarci storie di malasanità, legate ad errori di tipo medico e sanitario, a disservizi o a carenze strutturali. Le storie positive, di “buona sanità”, invece, raramente finiscono sul giornale, non fanno notizia, ma in un periodo storico come quello che stiamo vivendo dove la permanenza in ospedale è vissuta dai pazienti in completa solitudine, per i motivi ormai noti a tutti, l’UMANITA’, la CORDIALITA’ unitamente alla PROFESSIONALITA’ dimostrate da tutto il PERSONALE INFERMIERSTICO e OSS del reparto in indirizzo, ritengo che debbano emergere o quanto meno essere riconosciute.



Da paziente e Dottoressa in Psicologia, ho potuto constatare quanto e come l’atteggiamento del personale Infermieristico e OSS possa fare la differenza sulla risposta psicofisica dei pazienti. Durante la mia permanenza nel Reparto di Urologia non ho mai riscontrato trascuratezza, distacco o incomprensione. Per quanto soggettivo possa essere l’approccio con i pazienti e per quanto il “fattore umano” non si possa insegnare all’interno di protocolli e linee guida, vorrei sottolineare quanto la comunicazione aperta e disponibile con il personale suddetto sia stata preziosa e utile a sminuire la condizione di isolamento al quale tutti i pazienti sono soggetti.



La “buona sanità” non è legata solo alle capacità professionali e a strumenti all'avanguardia, ma anche all'umanità del personale, alla certezza del paziente di essere ascoltato, incoraggiato e seguito prima e dopo l'intervento. A volte sono proprio elementi come la premura, la gentilezza, la pazienza, la sensibilità, l’attenzione, difficilmente misurabili, a fare la differenza tra due strutture o due reparti ospedalieri ugualmente ottimi.



Per tutto quanto sopra e con preghiera di trasmissione, un sentito RINGRAZIAMENTO alla Coordinatrice Dott.ssa Vanessa Di Censo, a tutto il Personale Infermieristico e al Personale OSS afferente al Reparto di Urologia del S. Eugenio.



Previa Vs autorizzazione, mi preme portare a conoscenza dell’opinione pubblica che una sanità pubblica di grande umanità e di eccellente professionalità esiste.



Cordialmente



Gloria Gallotti