Cene, tangenti ed escort con i soldi degli infermieri

Cene, tangenti ed escort con i soldi degli infermieri

Dopo l’arresto per corruzione dei dirigenti dell’Enpapi lo scorso 19 Febbraio. Provvedimento emesso dal G.I.P. del Tribunale di Roma, su richiesta della Procura, per reati di corruzione ad alti dirigente dell'ENPAPI (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione Infermieristica) e nei confronti di un imprenditore, un avvocato e un commercialista.

In custodia cautelare anche il direttore generale dell'ENPAPI. Secondo l'accusa ci sarebbe stato un giro di tangenti tra i professionisti, l'imprenditore con i vertici dell'Ente che avrebbero ottenuto notevoli vantaggi economici.

Dalle indagini è poi emerso non solo un giro di tangenti e mazzette ma anche cene eleganti in locali esclusivi con escort di un certo livello che si prolungavano per tutta la notte. Insomma si divertivano con i soldi di noi infermieri. Infermieri che stentano ad arrivare a fine mese schiacciati da carichi di lavoro enormi oltre a responsabilità, rischi e doveri sproporzionati al misero stipendio molto molto inferiore ai colleghi europei

Speriamo che con il commissariamento deciso dal consiglio dei ministri si riuscirà non solo a garantire la trasparenza che da troppi anni manca ma anche a placare le preoccupazioni di migliaia di professionisti che già vivono in una situazione cronica di disagi. Approfittiamo in qualsiasi occasione di ricordare e informare la popolazione che l’infermiere in Italia ha un rapporto tra retribuzione economica e responsabilità, rischi, doveri, carichi di lavoro sproporzionati all’ inverosimile. Che noi non dovremmo essere inquadrati come dipendenti ma come quadri.

Il commissariamento è stato sollecitato e ottenuto dall’onorevole Stefania Mammi del movimento 5 stelle che ha poi dichiarato tutta la sua soddisfazione e fiducia nel futuro e ripristino dell’Enpapi.


Lapaginadinursingup