Arretrati in arrivo, firmato il CCNL sanità

Arretrati in arrivo, firmato il CCNL sanità

-1_origjpeg
1666082761436 1jpg
Firmato il contratto Collettivo Nazionale del Comparto Sanità per il triennio 2019-2021, dopo mesi e mesi di trattativa.

Presenti per la firma, il Segretario Generale del Nursing Up, Francesco Sciscione, accompagnato da Francesca Batani e Mario De Santis, della delegazione contrattuale Nursing Up.

Questo non è altro che il primo passo in avanti, riconosciuti aumenti economici per gli incarichi del personale sanitario, introdotti incarichi di base "per tutti i professionisti sanitari", quindi indipendentemente da selezioni o concorsi interni, come già avviene per i medici.

Questo non basta, il nostro, quello dei professionisti sanitari resta uno stipendio sotto la media OCSE e non possiamo essere felici ne tantomeno soddisfatti.

Il Presidente del Nursing Up, Antonio De Palma ha detto: che oltre il 19% delle risorse complessive di questo contratto, circa 335 milioni di euro, sono racchiuse in una indennità di specificità infermieristica di cui siamo fieri, tra le tante, come una vittoria, ottenuta dopo quelle manifestazioni dove abbiamo fortemente lottato, anche quando altri sindacati rappresentativi hanno pensato bene di rimandare al mittente i nostri pubblici inviti a lottare uniti, indennità che vogliamo debba essere attribuita anche alle ostetriche, ingiustamente escluse.

Gli arretrati? I soldi sono già disponibili, adesso dipenderà dalla bravura, dall'organizzazione di ogni singola azienda pubblica di metterli a pagamento già il 27 novembre.
1666082711883 1jpg
-1_orig 49jpeg


1661421787467jpg