25.000 ASSUNZIONI, LIBERA PROFESSIONE E STIPENDI DIGNITOSI.

25.000 ASSUNZIONI, LIBERA PROFESSIONE E STIPENDI DIGNITOSI.

Secondo studi internazionali, provenienti da ogni parte del mondo,  un infermiere felice, messo in condizioni mentali e fisiche di fare bene il suo lavoro, potrebbe non solo far risparmiare milioni di euro ma diminuire di molto infezioni e morti ospedaliere.

Il nostro Presidente, il Dott. Antonio De Palma a TGcom24 è stato molto duro, chiaro e diretto sui principali problemi che attanagliano da anni i professionisti della salute, qui un breve riassunto:

In Italia mancano 60.000 infermieri.

Abbiamo fatto una proposta da due mesi e da tanto che avanziamo le nostre denunce e lanciamo questo grido d'allarme.

Per quanto riguarda i nostri dati si confrontano con quelli della FNOPI anzi a nostro avviso è da tenere in considerazione che durante il mese di luglio ed agosto mancheranno fino a 18.000 infermieri in più oltre quelli che ha indicato dalla collega Mangiacavalli. In piena estate potrebbero arrivare a mancare circa 43000 infermieri negli ospedali italiani in particolare quelli pediatrici.

Abbiamo bussato la porta del ministro della salute che ancora non ci riceve, un po' alle istituzioni, ma sembra che questo problema interessi poco.

Ora noi abbiamo proposto una soluzione che deve essere adottata a brevissimo termine ossia di consentire l'esercizio della libera professione degli infermieri che sono attualmente in servizio perché questo consentirebbe di liberare delle risorse rappresentate dagli stessi infermieri dipendenti che al di là del normale orario di servizio potrebbero garantire a regime di libero professionale abbattere l’emergenza.

Come già accaduto con i medici, quando si parla di abbattimento delle liste di attesa ma bisogna in ogni caso intervenire su questo gravissimo fenomeno perché noi siamo costretti a fronte di 25.000 infermieri disoccupati in Italia, con le pubbliche amministrazioni che non assumono, preferiscono ridursi all’emergenza mentre i nostri infermieri sono costretti ad andare in Inghilterra, in Germania dove sono considerati un eccellenza.

Abbiamo infermieri sul territorio che non operano in ospedali che potrebbero esempio dare la disponibilità in particolari periodi agli ospedali. Dare la possibilità della libera professione agli infermieri ridurrebbe l’emergenza.

Qualcuno dice che mancano gli infermieri, non è vero che mancano, sono 25.000 colleghi che non hanno un lavoro e che non vengono attribuite le risorse necessarie per assumerli tutti.

Attenzione ci sono sempre meno giovani che decidono di partecipare, frequentare corsi universitari perché purtroppo abbiamo dei contratti in Italia pessimi che portano il nostro paese tra gli ultimi come trattamento economico e normativo.

Gli infermieri italiani solo quelli che hanno la migliore qualificazione in assoluto in Europa ma sono quelli che hanno credo dopo la Grecia i peggiori stipendi. Questo grida vendetta.

LapaginadiNursingUp