Nursing Up AVR sempre protagonista

Nursing Up AVR sempre protagonista

Segreteria Nursing Up AVR-Imola

Grazie al rapido intervento del Nursing Up – Il Sindacato degli infermieri Italiani - che ci ha visto impegnati, unico sindacato infermieristico presente, in un importante confronto con la Dit Ravenna il 13 dicembre u.s. abbiamo ottenuto una serie di garanzie vs le equipe infermieristiche coinvolte nel progetto “ azioni di miglioramento del Blocco Operatorio Multidisciplinare (BOM) del P.O. di Ravenna”

  1. Intanto sospendere l’attivazione del progetto inizialmente preventivata addirittura per il 01 dicembre 2018!


  1.  in data 20 dicembre scorso si è tenuto l'incontro tra la Direzione infermieristica e Tecnica Aziendale e di Ambito e   gli operatori del BOM e si è convenuto che il documento allegato sarà oggetto di ulteriori chiarimenti tra coordinatori e infermieri durante due briefing al momento del cambio turno mattutino e pomeridiano.


  1. Per quanto concerne la tematica inerente le "clinical competence" si elaborerà, anche grazie al contributo degli stessi professionisti, un documento specifico che dettagli maggiormente le funzioni richieste per ogni specialità chirurgica in relazione la profilo di posto ricoperto (infermiere di anestesia, infermiere di sala e infermiere strumentista)  al fine di consolidare e rafforzare le competenze già acquisite dagli operatori coinvolti in prima istanza sulla funzione di guardia attiva (12 operatori) e a supporto dei colleghi che stanno intraprendendo tale percorso formativo.


  1. A tal fine è già stato programmato un incontro tra la Direzione Infermieristica e i professionisti del BOM il 15 gennaio prossimo e gli esiti di tale incontro consentiranno di svolgere le opportune valutazioni in merito alla decorrenza dell'attivazione del progetto in argomento, avendo cura di informare le Organizzazioni Sindacali per tempo in merito alla data di implementazione dello stesso.


Questo documento sarà fondamentale per garantire e mantenere elevate competenze che, come già avvenuto nel Blocco Operatorio del P.O. Bufalini-Cesena , dovrebbero avere anche un riconoscimento economico sotto forma di progettualità legata alla riorganizzazione del servizio ed alle elevate, come suddetto, "clinical competence" che gli operatori del BOM acquisiranno al fine di poter partire con il progetto in oggetto. Richiesta che abbiamo già inoltrato alla Ausl Romagna.

Siamo conviti che, abbiamo chiesto un ritorno al tavolo a 3 mesi dall’implementazione (quando avverrà), avremo una grande riduzione di ore lavorate in Pronta Disponibilità (P.D.) che come sappiamo vanno, purtroppo, ben oltre 6 P.D. mensili come da CCNL e che compromettono spesso la vita privata dell’operatore collocato in P.D.!

Riteniamo, inoltre, che l'aver posticipato la data di avvio (da definirsi!) del progetto stesso permetterà di chiarire gli ulteriori eventuali dubbi delle equipe in modo tale da sciogliere, ci auspichiamo, ogni "riserva" ed implementare quindi tale riorganizzazione con la massima sicurezza e collaborazione da parte del personale coinvolto.

Saremo comunque vigili su tale tematica.

Gianluca Gridelli - segreteria Nursing Up AVR-Imola